5 motivi per investire in Francia

Hai deciso di investire nell’immobiliare in Europa, ma non sai su quale Paese puntare? In questo articolo ti spieghiamo perché la Francia può essere per te una grande opportunità di investimento, capace di rispondere ad alcuni dei tuoi bisogni.

In genere chi decide di investire all’estero lo fa per tre motivi diversi, che in alcuni casi possono anche convergere:

  • Per piacere: ci sono investitori che investono in un Paese estero perché hanno un qualche legame affettivo con il luogo, ci sono stati da giovani, ci hanno studiato o hanno incontrato l’amore della loro vita. Oppure sognano di trasferirsi in Francia oppure di mettere a disposizione un appartamento per far completare gli studi ai figli.

 

  • Per sicurezza: ci sono investitori che invece si fanno trascinare meno dall’emotività e puntano direttamente alla sicurezza del loro investimento. Per loro investire in immobili è il modo migliore per proteggere il proprio capitale, diversificando spesso i loro investimenti. Più diversificazione significa più sicurezza, come insegnano gli investitori più navigati.
  • Per le rendite: per questa tipologia di investitori, mettere i propri soldi nell’immobiliare di un altro Paese, significa soprattutto la speranza di avere dei ritorni maggiori, rispetto a quelli del loro Paese d’origine. 

La Francia offre l’opportunità di rispondere a tutte queste esigenze: dal centro di Parigi, alla periferia – con l’interessante progetto di Grand Paris Express, il progetto che crea quattro linee metropolitane disposte ad anello attorno a Parigi, estendendo i confini della città –  fino ad altre grandi metropoli e località più turistiche. Ogni investitore, in altre parole, può trovare “terreno fertile” nella nazione francese.

Nel prossimo paragrafo, vediamo in modo più dettagliato, 5 motivi per cui dovreste prendere in seria considerazione l’idea di investire in Francia.

parigi

5 buone ragioni per investire nel mattone francese

I numeri, negli ultimi anni in particolare, sorridono agli investitori che hanno rivolto la loro attenzione al mercato immobiliare francese. Nel 2019, per esempio, il volume delle transazioni ha superato il milione, crescendo ogni mese del +6,2% fino a giugno 2019 e del +10% alla fine di ottobre dello stesso anno (dati Notaires de France)

Molto interessanti anche i dati sulla crescita dei prezzi: nelle diverse aree del Paese.

Nella Île-de-France, la crescita del prezzo medio è arrivata al +4.5% nel primo trimestre del 2019, rispetto a quello precedente,  fino a raggiungere il prezzo di circa 6mila euro per mq.

Nella Grande Couronne, la crescita è stata intorno allo 0.3%, con prezzi medi di 2.970 euro per mq.

Mentre nella Hauts-de-Seine, uno dei dipartimenti più popolosi della nazione, la media dei prezzi è cresciuta del 4.3% fino a raggiungere i 5.800 euro per mq.

Dopo questa panoramica sui numeri che spiegano la buona salute del mercato immobiliare francese, passiamo in rassegna cinque buone ragioni per investire negli immobili in Francia. 

 

  • Prossimità culturale (e del sistema legale ed economico): per un investitore italiano è molto più facile approcciare il mercato immobiliare francese, per la prossimità culturale, ma anche legale ed economica del Paese rispetto all’Italia. Anche per chi decidesse di affidare a un’agenzia i suoi investimenti, avrebbe più facilità a capire la burocrazia francese, rispetto, per esempio, a un investimento in un Paese di lingua anglosassone. La differenza, come vedremo anche nei prossimi punti, è che il sistema giuridico francese funziona meglio di quello italiano, offrendo più garanzie agli investitori.
  • Una grande opportunità per diversificare: Francia non significa solo l’immobiliare parigino che, d’altronde, ha tanti vantaggi per gli investitori, come raccontiamo qui.  La nazione offre tante opportunità, anche nella periferia fuori Parigi, in tutta l’area del Grand Paris Express  Occasioni di buone rendite poi ci sono anche nel resto del Paese, nelle altre metropoli del Sud, come nelle località più a vocazione turistica, con rendite molto più stabili nel tempo, rispetto ad alcune località del mercato immobiliare italiano.

Leggi anche: “Comprare casa a Parigi? Ecco i consigli dell’esperto”

  • Stabilità economica e politica:  uno degli aspetti più importanti che un investitore deve considerare, quando si appresta a investire in un altro Paese, è la sua stabilità politica ed economica. La Francia è la seconda economia della zona euro, dopo la Germania, con un pil in crescita dello 0,3% nel terzo trimestre del 2019, che la rende una delle principali “locomotive d’Europa”. Anche come peso politico all’interno dell’Unione Europea, il Paese sa sempre far valere le proprie decisioni, soprattutto in momenti di crisi o difficoltà.  Senza contare che, essendo in zona euro, un investitore non deve affrontare problemi come la fluttuazione della moneta, che può essergli anche sfavorevole, come invece può succedere in investimenti nel mercato americano o asiatico.
  • Ticket d’ingresso accessibile e buone rendite. Entrare nel mercato francese può non essere complesso per un investitore italiano, se ben guidato o molto esperto. Con 300mila euro puoi comprare un monolocale a Parigi e un immobile intero in provincia, con rendite che vanno dal 5 fino al 10%. Anche il mercato immobiliare parigino, con un ticket di ingresso decisamente più alto rispetto ad altre zone della Francia, risulta più basso se paragonato ad altre metropoli nel mondo che hanno le stesse caratteristiche della capitale francese. Anche per chi volesse fare puro trading, la Francia offre occasioni di vendere immobili in modo veloce, in un mercato, come abbiamo visto dai numeri, dinamico e molto liquido.
    Buone notizie ci sono poi anche per chi volesse mettere immobili a reddito: stando ai dati in nostro possesso, la percentuale di inquilini morosi in Francia è molto bassa, del 2,3%, rispetto ad altri mercati, come quello italiano dove il 50% dei proprietari deve affrontare sofferenze o mancati pagamenti da parte dei propri inquilini.
  • Buona fiscalità. Contrariamente ai luoghi comuni sulla fiscalità francese, nell’immobiliare esistono diversi metodi legali per avere grandi agevolazioni e vantaggi sul pagamento delle tasse. Se hai un immobile in Francia e stai pagando tante tasse, è perché non sei riuscito a interpretare bene le regole del Fisco francese. In tal caso, puoi contattarci e ti aiuteremo a trovare delle soluzioni per pagare meno.

 

Vuoi avere altre notizie su come investire nel mercato immobiliare francese? Contatta i nostri esperti: ti aiuteremo a trovare le soluzioni più adatte alle tue esigenze di investitore. 

 

Image Gallery (1)